Glass l’ultimo film di M. Night Shyamalan

Ecco cosa ne pensano Thelma&Louise+1

Per questo nuovo appuntamento di  Thelma&Louise+1 siamo andate a vedere Glass, il nuovo film di M. Night Shyamalan.

La pellicola chiude la trilogia dei supereroi iniziata nel 2000 con Unbreakable, seguito da Split nel 2016. Si tratta sia di un sequel (dal momento che continua la storia iniziata dai due precedenti film) che di un crossover (infatti unisce la prima e la seconda pellicola). Per chi non si ricordasse dove c’eravamo lasciati ecco un rapido recap:

glass
glass

In Unbreakable, a seguito di un terribile incidente ferroviario, David Dunn (Bruce Willis) scopre di essere più forte di qualsiasi essere umano. Con l’aiuto di Elijia Price (Samuel L. Jackson) ovvero l’uomo di vetro, abbraccia il suo nuovo ruolo di supereroe. Soltanto alla fine della pellicola si scoprirà che Mr. Glass è in realtà il cattivo che per tutta la vita ha cercato, causando molti incidenti mortali, di trovare la sua nemesi: un essere potente e indistruttibile, degno dei migliori fumetti Marvel.

In Split, tre ragazze vengono rapite da un pazzo affetto da disturbo dissociativo delle personalità: Kevin Crumb. Quest’utimo, a causa di un evento traumatico, sostituisce la sua personalità più equilibrata (Berry) con personalità più forti e pericolose: Dennis, uomo sulla trentina; Patricia, elegante donna di mezza età e Hedwig, un ragazzino di 9 anni. I tre (chiamati l’Orda) sono accumunati dalla convinzione che esista una 24esima personalità, con capacità sovra umane, in grado di arrampicarsi sui muri e piegare il ferro. La Bestia ha come obiettivo la purificazione dell’umanità tramite l’omicidio di coloro che non hanno sofferto e, per questo, impuri.

Glass riparte da qui: altre 4 ragazze sono state rapite dall’Orda. David Dunn è alla ricerca del serial killer ma, proprio quando i due si scontrano, la polizia li arresta deportandoli in un ospedale psichiatrico. Lì la dottoressa Staple, specializzata in soggetti che credono di avere capacità soprannaturali, vuole curare il loro disturbo. L’istituto ospita anche una vecchia conoscenza di David, Elijia, che, tutt’altro che guarito dalla terapia, decide di allearsi con l’Orda (e in particolare La Bestia), per mostrare una volta per tutte al mondo che i supereroi esistono, recitandola scena madre di ogni fumetto: lo scontro tra buono e cattivo in un logo affollato, davanti alla folla incredula. Ce la faranno in nostri eroi?

Era dall’uscita di Unbreakable che Shyamalan cercava di continuare la trilogia e dopo quasi vent’anni ci è riuscito (visto che in Split  non si sarebbe individuato un nesso con il precedente, se non per gli ultimi secondi). Il nuovo film del regista indiano non ci ha deluso. Anche se è decisamente più interessante la prima parte nella quale ci si occupa di studiare la psicologia dei personaggi e indaga la loro vera identità, rispetto alla seconda che ricalca più i tratti canonici dei film che hanno per protagonisti supereroi, fatti di scontri e pallottole.

Nella puntata vi parleremo parlato di diverse curiosità sul film:

Ad esempio l’uso dei colori nel film. Questi diventano più decisi quando i protagonisti sono pienamente inseriti nel loro ruolo del supereroe, diventano più tenui quando perdono fiducia nelle loro capacità; Ragioneremo sulla scrupolosità nel cercare le location “perfette” (ad esempio la scelta della fabbrica di mattoni ha richiesto una visita di ben 25 fabbriche… per poi scegliere una di munizioni militari). Vogliamo darvi altre due chicche: la prima riguarda il personaggio di Kevin Crumb, che sarebbe dovuto apparire anche in Unbreakable. In verità Kevin fu messo da parte per evitare che il personaggio perdesse d’importanza. la seconda riguarda i fumetti da cui il regista ha tratto ispirazione: per la trilogia Daytripper, Saga, Sandcastle, Forbidden Brides of the Faceless Slaves in the Secret House of the Night of Dread Desire e Paper Girls.

Voi cosa ci dite? Vi è piaciuto? Avete voglia di saperne di più sul film e su cosa ne pensiamo?

Seguite la nuova puntata in onda su www.radiocalibro.it

mercoledì alle 11

venerdì alle 12

e domenica alle 18.