Questo ottobre grazie al “nostro” Antonio Pantaleoni, siamo stati tra i media partner di uno degli eventi più importanti per la nostra città: Il Festival del cortometraggio dedicato alla Figura di Filoteo Alberini. Personaggio troppo spesso sottovalutato, troppo poco citato, del quale ora noi cerchiamo di prendere le parti e di batterci per lui sull’origine del cinema, affibbiata per ora, alla figura dei ben più noti Fratelli Lumière.

Per nostro modesto parere, Filoteo Alberini, andrebbe conosciuto comunque. Conoscerlo non significa strappare il primato dell’invenzione della macchina da presa come in una corsa al fotofinish; conoscerlo significa sapere che è stato un vero pioniere del cinema in Italia, inventore della: prima pellicola a colori, della prima sala cinematografica, della prima casa di produzione, del primo film La presa di Roma. Ce ne sarebbero di cose da dire… per questo il Fetistival e tutto il lavoro di A. Pantaleoni per noi è prezioso, perché si possa iniziare da qui a diffondere direttamente agli addetti ai lavori la storia di Filoteo produttore, regista e uomo di cinema, nato, per nostra fortuna, a Orte.

E gli ospiti a questa edizione non sono davvero mancati. Abbiamo avuto l’onore di intervistare i Manetti Bros. (Link all’intervista) che hanno ricevuto il premio per l’eccellenza cinematografica Filoteo Alberini. Opera realizzata dal Maestro Roberto Joppolo, che ringraziamo ancora per la sua gentilezza e la sua disponibilità per la meravigliosa chiaccherata che ha rilasciato ai microfoni di Radio Calibro (Link all’intervista), autore anche della statua dedicata alla figura di Alberini inaugurata nel corso di questa quinta edizione del Festival.

Successivamente nelle due giornate finali abbiamo avuto modo di conoscere il grande regista Vittorio Sindoni e l’attore Moisé Curia, a cui facciamo i nostri migliori in bocca al lupo per i loro prossimi impegni e per la campagna promozionale del Film Abbraccialo per me, che Sindoni, in una mirabile impresa di diffusione delle tematiche che riguardano il promblema dell’autismo, sta presentando in tutte le scuole d’Italia in un tour che dura già da due anni riscuotendo grandissimi consensi. Grazie ancora a loro, che ci hanno regalato le loro parole e il loro tempo, raccontandoci il magico mondo del cinema.

In ultimo complimenti ai Vincitori! Il livello dei cortometraggi quest’anno era veramente altissimo. In particolare salutiamo e ringraziamo Davide Vigore stravincitore, per il suo splendido lavoro cinematografico La Viaggiatrice e a Adriano Morelli, miglior sceneggiatura per Il nostro limite. E grazie per le loro interviste che caricheremo sul nostro canale YouTube.

Ecco tutti i vincitori:

Premio LVR: LA VIAGGIATRICE

Miglior Film: LA VIAGGIATRICE – Davide Vigore

Miglior Regia: LA VIAGGIATRICE – Davide Vigore

Miglior Fotografia: LA VIAGGIATRICE – Daniele Ciprì

Miglior Attrice: LA NOTTE DEL PROFESSORE – Benedetta Buccellato

Miglior Attore: MATTIA SA VOLARE – Fabio Palmisano

Migliore Sceneggiatura: IL NOSTRO LIMITE – Adriano Morelli

Miglior Musicista: LA VIAGGIATRICE – Silvia La Porta

Perdonateci se i nostri più sinceri e personali complimenti vanno a Antonio Pantaleoni alla sua tenacia e al suo impegno con la quale ogni anno cerca di riportare alla vita e alla mente di tutti noi la persona di Filoteo Alberini e che ci confessa, sta già lavorando alla prossima edizione!

E quindi, appuntamento al prossimo anno!